Carnevale carmagnolese: niente sfilata e cerimonia d’investitura a porte chiuse

La cantautrice racconigese Fabiola Falletta racconta il suo “Cuore in disordine”
5 Febbraio 2021
Casalgrasso: Egidio Vanzetti nel Cda dell’ente Parco del Monviso
9 Febbraio 2021

Carnevale carmagnolese: niente sfilata e cerimonia d’investitura a porte chiuse

Per il secondo anno consecutivo, il perdurare della pandemia da Coronavirus, ha imposto la sospensione dei festeggiamenti legati al Carnevale a Carmagnola. Nonostante ciò, la città non ha voluto rinunciare alle sue tradizioni. Così lo scorso 4 febbraio si è svolta comunque a porte chiuse, nella sala consiliare del Comune, la cerimonia d’investitura di Re Peperone (Lorenzo Piana) e della Bela Povronera (Karin Borga).

Presenti il vicesindaco Vincenzo Inglese e alcuni membri della Pro Loco di Carmagnola, storica organizzatrice dell’evento, in collaborazione con il Comune, oltre al gruppo folkloristico che accompagna le maschere cittadine in tutti i loro appuntamenti, da alcuni anni.

Alla cerimonia è seguita una simbolica sfilata dal Municipio fino a piazza Sant’Agostino. Un Carnevale diverso dal solito, con un’investitura privata (registrata dalle telecamere di CarmagnolaTV) quello concesso quindi dalla vigente normativa.

Non saranno infatti organizzati né la sfilata dei carri allegorici, né gli appuntamenti collaterali in piazza Antichi Bastioni, che tanto divertivano adulti e bambini, facendo registrare il boom di presenze.

Commenta Lorenzo Piana: “In 30 anni da Re Peperone è la mia prima investitura davanti alle telecamere. È stato bello, mi mi è mancata la presenza del pubblico e di tutte le numerose maschere e personaggi storici che abitualmente ci venivano a trovare. Inoltre, mi è molto dispiaciuto non aver potuto fare visita alle case di riposo e ai bambini nelle loro varie sedi. Speriamo di tornare presto alla normalità: sono convinto che la gente tornerà ad apprezzarci come prima”.

La cerimonia sarà visibile da sabato 13 febbraio sui canali social del Comune, in occasione della ricorrenza del Martedì grasso (16 febbraio).

Foto gentilmente concesse da Re Peperone