Carmagnola: consiglio comunale “a distanza”

Come mantenersi in forma in casa? Con gli “allenamenti contro la noia” di Spazio Sport
28 Marzo 2020
Carmagnola: un messaggio di speranza dall’Asl To 5
1 Aprile 2020

Carmagnola: consiglio comunale “a distanza”

Scontro sulle variazioni di bilancio, inaccettabili per le opposizioni. 100.000 euro per l’emergenza Covid-19 a Carmagnola e un aumento previsto dalla Giunta degli introiti delle multe da 2 a più di 4 milioni di euro per il 2020

Il coronavirus non ha fermato il Consiglio Comunale, che si è riunito il 26 marzo in via telematica sfruttando un’apposita piattaforma che ha dato valore legale alla seduta. Una seduta breve, convocata anche per testimoniare l’impegno delle istituzioni in questo momento difficile, ma che ha riservato sorprese e discussioni. Infatti, dopo che a febbraio non era stata convocata l’assemblea carmagnolese, a marzo, nonostante il problema del coronavirus, il Sindaco ha voluto fortemente questa seduta in quanto occorreva fare alcune variazioni di bilancio su sui si sono scatenate le polemiche tra maggioranza e opposizione.

Il gruppo PD – Carmagnola Insieme ha presentato due atti relativi all’emergenza in corso: un’interpellanza per chiedere chiarimenti in merito al lavaggio strade e una mozione che impegnava l’Amministrazione a fornire ogni aiuto possibile alle famiglie carmagnolesi messe in difficoltà dal virus, cominciando con il rimborso della quota del trasporto pubblico relativa al periodo di chiusura delle scuole.

In merito al lavaggio strade, l’assessore Pampaloni ha comunicato che è stato usato un detergente biodegradabile e che la pulizia continuerà sebbene non vi siano evidenze scientifiche dell’utilità di questa pratica. Riguardo alla mozione, sia la maggioranza che il Movimento 5 Stelle hanno ritenuto l’azione promossa dal centrosinistra troppo circoscritta, dal momento che interessava solo una parte della popolazione.

Per questo il gruppo proponente ha accettato di ritirarla, con la promessa di lavorare insieme alle altre forze politiche a una proposta comune più ampia. In particolare, si è fatto riferimento alla creazione di un gruppo di lavoro che decida come impiegare i circa 100.000€ destinati dall’Amministrazione all’emergenza, inseriti nella variazione di bilancio che costituiva il successivo punto all’ordine del giorno.

Proprio la suddetta variazione ha suscitato un acceso dibattito tra le parti. Oltre ai fondi per l’emergenza coronavirus, infatti, nell’atto erano presenti altri aspetti che hanno attirato le critiche delle opposizioni. Il gruppo PD – Carmagnola Insieme ha puntato l’attenzione sull’aumento vertiginoso dei proventi previsti da sanzioni per infrazioni del codice della strada. La cifra, infatti, risultava più che raddoppiata rispetto a quella inserita nel bilancio approvato in gennaio, arrivando a superare i quattro milioni di euro (da 1.957.500€ a 4.268.000€).

Un dato inaccettabile per il centrosinistra, che da tempo critica il nuovo rilevatore di velocità posto fuori Salsasio e principale responsabile di questi potenziali introiti.

Su questo punto lungo intervento del consigliere Grosso del Movimento 5 Stelle che ha messo in evidenza una serie di incongruenze tra gli atti della variazione di bilancio e la relazione dei revisori, sottolineando come non fosse la prima volta che si registravano vizi di forma nei documenti messi a disposizione del Consiglio.

A tale riguardo, il consigliere Gamna ha aggiunto che tali errori formali potevano essere dovuti al fatto che gli uffici e i revisori avessero dovuto lavorare in condizioni particolari a causa delle limitazioni legate al virus, mettendo però in evidenza il mancato controllo degli atti da parte dell’Amministrazione.

A fronte di queste osservazioni le opposizioni hanno annunciato che avrebbero votato contro la variazione, scatenando la reazione stizzita del sindaco, che ha definito “spregevole” questo atteggiamento in una situazione di emergenza come quella attuale, tanto più che la variazione conteneva anche i 100.000€ da destinare a interventi per fronteggiare la crisi dovuta al coronavirus. Anche i consiglieri di maggioranza Quattrocchio e Gerbino hanno sostenuto la posizione del sindaco, sottolineando l’importanza dei fondi per l’emergenza e difendendo l’installazione del nuovo velox, in quanto utile per la sicurezza dei cittadini.

A questo punto i capigruppo Sibona e Grosso hanno tenuto a specificare di essere consapevoli della situazione, ma di non poter votare “la qualunque” solo in virtù delle circostanze particolari. Il Capogruppo Grosso ha anche precisato che sarebbe passato per le vie legali se qualcuno si fosse permesso di strumentalizzare la sua posizione.

Tutti i consiglieri di minoranza hanno messo in chiaro che, se la variazione avesse riguardato solo i fondi destinati agli interventi per l’emergenza coronavirus, il voto sarebbe stato senz’altro favorevole. La variazione è stata infine approvata con i voti favorevoli della sola maggioranza.

Al termine sono stati approvati alcuni punti, tra cui una piccola variazione edilizia riguardante il lotto su cui dovrebbe sorgere la nuova scuola materna in via Roma e del progetto di un nuovo canile in via Racconigi.

La seduta, per ragioni tecniche legate alla piattaforma per la videoconferenza, non è stata visibile in diretta streaming, ma il file digitale della sua registrazione è stato successivamente messo a disposizione sul canale YouTube della Città di Carmagnola.