Tangenziale di Carmagnola. Il punto della situazione dopo l’incontro con l’assessore regionale Gabusi

Baudelaire e Francesca Gerbi portano in biblioteca gli studenti delle medie
23 Settembre 2019
CarmaComics: dal 4 al 6 ottobre i fumetti prendono vita a Carmagnola
4 Ottobre 2019

Tangenziale di Carmagnola. Il punto della situazione dopo l’incontro con l’assessore regionale Gabusi

Dalla Regione Piemonte, 27 settembre 2019

È positiva la conclusione dell’incontro odierno dell’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Marco Gabusi con il Comune di Carmagnola sulla tematica della tangenziale, attesa dal 1999 per sgravare l’area urbana dai mezzi pesanti e dal traffico automobilistico e abbassare così i livelli di inquinamento.

«Dopo 20 anni, la tangenziale sembra finalmente vedere la luce – ha sottolineato l’assessore Marco Gabusi -. Ho infatti avuto un confronto proficuo con il sindaco di Carmagnola Ivana Gaveglio e gli assessori Alessandro Cammarata, Massimiliano Pampaloni, Gianluigi Surra, con cui ho condiviso un percorso che aiuterà tutti i territori a definire le priorità dei lavori da realizzare».

A luglio il tema della tangenziale di Carmagnola era stato portato direttamente a Roma e discusso con l’allora ministro ai Trasporti Danilo Toninelli. «Abbiamo ottenuto dal Ministro – ha dichiarato l’assessore Gabusi – la conferma della realizzazione del primo lotto, già finanziato. Ora lavoreremo affinché con il cambio di governo non ci siano più tentennamenti sulla realizzazione di questo lotto. Parallelamente, stiamo completando con gli enti locali una mappatura delle opere in Piemonte: abbiamo infatti chiesto ai territori di segnalarci le opere importanti seguendo criteri di priorità quali il numero dei mezzi che transitano, in particolare dei mezzi pesanti, e i livelli di inquinamento. Potremo così arrivare ad avere un quadro realistico e aggiornato della situazione in modo da evitare di dire di sì a tutti per poi non realizzare nulla. Sono venuto a Carmagnola per verificare di persona lo stato della tangenziale e, anche se non è ancora stata completata la mappatura, posso già dire che anche i lotti 2 e 3 presentano le caratteristiche richieste per poter essere finanziati».