Le dimissioni di Riccardo Muti: colpa dei sindacati?

Il famoso direttore d’orchestra italiano Francesco Muti, all’età di 73 anni, ha deciso di abbandonare la sua carriera: una questione di anzianità? In realtà, Muti ha dichiarato, a malincuore, di aver dato per le dimissioni a causa di una ormai infranta serenità lavorativa. A provocare quericcardo_mutista situazione, nel giugno scorso, sono stati i sindacati, i quali, durante le prove di “Manon Lescaut” in Giappone, hanno fatto irruzione nel camerino del maestro contestando la mancata partecipazione di una trentina dei componenti dell’orchestra, tra cui il primo violino. Il direttore ha disdetto gli impegni di “Aida”, prevista per il 27 Novembre prossimo e “Nozze di Figaro”, prevista per il 21 Maggio all’Opera di Roma. Ad annunciare il contenuto della missiva è stato il sovraintendente del Teatro dell’Opera, Carlo Fuortes: Muti si dichiara deluso rispetto agli scioperi degli orchestrai che hanno impedito la messa in scena di molte rappresentazioni musicali, creando disagio a tutti gli appassionati che già avevano acquistato i biglietti. In seguito a questi episodi, per rispetto nei confronti del pubblico, ha preferito ritirarsi dalla carica di “Direttore musicale a vita”. Sicuramente si è trattato di una scelta coraggiosa, ora non resta che vedere quali saranno le reazioni dell’orchestra diretta dal grande maestro e dei suoi ammiratori. Capiranno?

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone