LA FOTOGRAFIA CHE AIUTA AD ACCETTARSI

 

E’ dal 1976 che il fotografo statunitense Nicholas Nixon si è cimentato in un simpatico espeBrown-Sisters-2012-716x570rimento. Nato nel 1947, è conosciuto per le sue foto di grande formato che raccontano la vita privata: da quella rurale del Sud americano a quella delle scuole attorno a Boston, dall’intimità domestica delle coppie all’esistenza tribolata di malati e moribondi . L’artista, anno dopo anno, per ben 36 anni, ha immortalato la moglie Babe e le sue tre sorelle nella stessa posizione. Il progetto da lui ideato prende il nome di “Brown sisters”, dal cognome delle ragazze. Attraverso questi scatti, iniziati un pò per gioco, Nixon riuscì a fissare sulla carta la trasformazione dell’ essere umano e a riflettere sulla moda che cambia nel tempo. Inoltre, utilizzò questa occasione per sperimentare una nuova tecnica.

Può, apparentemente, sembrare una banalità, ma in realtà si tratta di un particolare modo di affrontare la vita e il tempo che passa. Le quattro sorelle infatti (da sinistra Heather, Mimi, Laurie e Babe) hanno, più facilmente, accettato la loro vecchiaia. Le foto hanno permesso loro di osservare, non dall’esterno, ma dal punto di vista di ciascuna ragazza la loro fisica: dal manifestarsi della prima ruga sul viso allo spuntare del primo capello bianco.

Spesso si tende a vivere l’iNicholas_Nixon_BrownSisters_009-715x570nvecchiamento come se si parlasse di un argomento tabù, mentre bisognerebbe concepirlo razionalmente come un fenomeno assolutamente naturale, contro il quale l’uomo non può lottare. Da definire geniale, quindi, la capacità di Nixon nel rendere scherzoso questo trascorrere di attimi, affinché questi scatti facciano parte di un album di famiglia un po’ diverso dal solito.

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone