PERCHE’ DUE RUOTE SONO MEGLIO DI QUATTRO

E’ una diatriba che va avanti da tempo, e le parole spese in favore di uno o dell’altro schieramento potrebbero tappezzare gli oceani di mezzo mondo. Sembra però scontato che il vincitore incontrastato nell’epica lotta biciclette vs automobili dovrebbe essere la nostra amica a due ruote, unico mezzo di trasporto che unisce l’utile al dilettevole, l’ecocompatibilità al risparmio, la velocità alla leggerezza. Diciamocelo: in fondo è la sola pigrizia che spesso ci conduce inermi ad appoggiare il nostro sedere sulla poltrona della nostra auto e a immettere superflua CO2 per compiere i 2 km che ci separano dal lavoro. E non credo di essermi discostato troppo dalla descrizione della vostra quotidianità.bici

Sono diversi i motivi (scientifici, ricordiamolo), che dimostrano che due ruote sono inconfutabilmente meglio di quattro, e non me ne vogliano per questo i produttori di automobili o i benzinai.

Primo: montare in sella a una bici permette di respirare meno smog. Sembrerà incredibile, ma alcuni studi hanno dimostrato che sfrecciare in città tra un tubo di scappamento e l’altro fa respirare meno inquinamento di coloro che usano l’automobile. Questo è dovuto al fatto che in sella ad una bicicletta si sta di norma più in alto che seduti in automobile ed in special modo i gas microparticolati vengono così meno dai nostri già sofferenti polmoni.

Secondo: andare in bicicletta aiuta a dormire meglio. Uno studio condotto dal dipartimento di Medicina dell’Università di Stanford negli USA ha dimostrato che andare in bicicletta per 20-30 minuti al giorno può aiutare persone con insonnia cronica ad addormentarsi nella metà del tempo e dormire fino a un’ora in più ogni notte. Incredibile, no? Se ancora non siete totalmente convinti (benché siano molti altri i motivi per cui andare in bici fa bene, e se masticate un po’ di inglese potreste controllare qui),un’ulteriore ragione, economica questa volta, si potrebbe aggiungere.

E’ indubbio che la bicicletta faccia risparmiare denaro, e non poco. Il costo annuale di mantenere una bicicletta si aggira infatti su cifre basse, bassissime. Quando si tratta di automobili, invece, il conto schizza drammaticamente in alto, con spese per bolli, revisioni, tagliandi, assicurazioni, carburante, e la lista potrebbe andare ben oltre purtroppo. Last but non least pedalare è fonte di sviluppo per l’economia locale. Forti dell’esempio di New York (USA), molti sindaci di tutto il mondo stanno rendendo ciclabili le vie commerciali delle loro città. È infatti provato che nelle zone pedonali e ciclabili il valore totale delle vendite risulta di gran lunga superiore a quello delle zone a più alta concentrazione di automobili. Il motivo? Lampante: chi va a piedi o in bicicletta è più rilassato, ha più soldi in tasca e ha più tempo per osservare le vetrine dei negozi, che ne traggono un logico beneficio.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone