Sicilia in prima linea per il Comune

227609_1025979208732_2972_nMolto attivo con il “Comitato Carmagnola Città Viva”, da molto tempo incontriamo l’ex consigliere comunale a distribuire volanti e a inviare post tramite facebook su Carmagnola. Certi di una sua discesa in campo lo abbiamo intervistato.

Pasquale Sicilia, dopo un periodo fuori dal palazzo, si torna alla politica attiva?
Non ho mai smesso di fare politica sul territorio. Ricordo, tra le tante, le petizioni presentate sulla gratuità dei sacchetti compostabili per i rifiuti urbani e la richiesta di esentare dalla tassazione sull’Addizionale comunale all’IRPEF i redditi fino a 15mila euro. Senza contare i gazebi per volantinaggi vari e le molteplici segnalazioni presentate all’URP del comune di Carmagnola per conto dei cittadini carmagnolesi. Sono state più le risposte negative che quelle positive.

Dove si schiera insieme al suo comitato?

Preciso che il comitato è una entità neutra (non parteciperà alla prossima campagna elettorale). Personalmente ho in corso trattative, giunte a buon punto, sia con i partiti che con i gruppi della società civile, nell’ambito dell’area di coloro che si riconoscono nel centrodestra per unire i carmagnolesi ed avvicinare al voto coloro che si astengono.

Si candiderà sindaco alle prossime elezioni o entrerà in coalizione con altri? E con chi?
A priori non escludo nulla. Per adesso l’idea di candidarmi a sindaco è sospesa. Se i cittadini me lo chiedono, proporrò la mia candidatura nell’ambito della coalizione di centro-destra. Ritengo sia importante che l’Amministrazione comunale sia diretta da un governo che pensi di più agli interessi generali dei cittadini carmagnolesi, ai più bisognosi in particolare e ai problemi relativi al territorio (decoro urbano, segnaletica stradale ecc…)

Il consigliere Biasibetti sarà con Lei?
Dialogo con molti attuali consiglieri comunali che hanno a cuore la Città e, se condividono il programma e intendono operare per migliorare la qualità della vita dei carmagnolesi, possiamo discuterne.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone