Gioco d’azzardo… è emergenza

Il Servizio Tossicodipendenze (Ser.D) dell’Asl To5 e il Cisa31, in collaborazione con i Comuni, hanno organizzato due serate dedicate al gioco d’azzardo per i cittadini del Consorzio. La prima serata avrà luogo a Carmagnola, agli Antichi Bastioni, alle ore 21 del 24 ottobre.
La proposta è alternativa a convegni e conferenze tradizionali: si tratta infatti di una conferenza-spettacolo tenuta da una società specializzata nella formazione e comunicazione scientifica, Taxi1729. Titolata “Fate il Nostro gioco”.
445250_72459756La presentazione è una vera e propria campagna di informazione sulla matematica del gioco d’azzardo che unisce la divulgazione matematica, lo spettacolo e la denuncia sociale. In pratica in un’ora e mezzo vengono smontante alcune delle più diffuse e false credenze sul gioco d’azzardo dando al pubblico il senso delle reali probabilità di vincere, spiegando cos’è il margine di guadagno del banco e come si calcola nei diversi giochi.
L’obiettivo è quello di svelare le regole, i piccoli segreti e le grandi verità che stanno dietro all’immenso fenomeno del gioco d’azzardo in Italia.
A questo obiettivo si aggiunge quello di dare informazioni sugli strumenti in grado di arginare il fenomeno patologico che può scaturire dal gioco.
A tale scopo il SerD impegnerà parte della serata per spiegare come il gioco può diventare una malattia, quali i sintomi più comuni e gli strumenti messi in campo dall’ASL per uscire dalla degradante condizione di giocatore patologico. Il Cisa31 e il Comune di Carmagnola oltre a coordinare la serata hanno il compito di promuovere una maggiore conoscenza del territorio e dei servizi che, oltre il SerD, possono essere di aiuto sia per i giocatori sia per le loro famiglie.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone