FEROX colpisce anche Carmagnola

Gravi i danni causati dal ciclone Ferox che si è abbattuto venerdì 15 maggio in tutto il nord occidentale dell’Italia. Forte vento, piaggia e una violenta grandinata si sono abbattuti anche a Carmagnola causando non pochi problemi.

La Confederazione Italiana Agricoltori di Torino ha stilato un elenco dei danni prodotti dal maltempo.
Fortemente colpito il Pinerolese dove una buona parte delle colture di frutta e ortaggi sono andate totalmente distrutte o hanno riportato gravi danni. Danneggiati anche il 60% del maggengo, il 50% delle colture di soia, il 40% dei raccolti di grano e orzo e il 30% del mais.

11067489_840447639357457_3925942530458867414_nLe forti raffiche di vento hanno severamente danneggiato alcune strutture di molte serre presenti nei campi carmagnolesi e divelto molti tetti. Danni ingenti anche nel Canavese, soprattutto nelle zone di Caluso e Foglizzo dove la metà dei raccolti di grano, orzo e maggengo è stata devastata così come il 30% delle coltivazioni di mais.

Roberto Barbero, presidente provinciale della Cia di Torino, ha dichiarato: “Secondo le prime rilevazioni effettuate dai nostri uffici di zona le precipitazioni che si sono localizzate sul Torinese hanno provocato danni diffusi a colture e strutture agricole. Nelle prossime ore procederemo a realizzare stime più precise per inoltrare già da lunedì le domande per il riconoscimento dello stato di calamità naturale in tutti i comuni colpiti e venire in soccorso dei numerosi agricoltori danneggiati. Sempre lunedì ho intenzione di chiedere un incontro al consigliere delegato Gemma Amprino per invitare la Città metropolitana ad unirsi a noi nell’istanza dello stato di calamità”. Anche la prima cintura di Torino non è stata risparmiata dalla breve ma intensa ondata di maltempo che si è abbattuta sul Piemonte. L’accoppiata grandine e vento ha causato danni alle colture anche nelle zone di Caselle e nelle immediate vicinanze. Forti grandinate hanno infine sferzato le Valli di Lanzo, dove sono state gravemente compromesse soprattutto le colture di piccoli frutti nei comuni di Lanzo, Ceres e Cafasse.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone