Expo 2015: Carmagnola c’è…

Anche Carmagnola ha avuto voce in capitolo all’Expo di Milano.

Oltre ai molti “privati cittadini” che hanno ormai varcato i cancelli dell’espozizione mondiale e alle innumerevoli classi scolastiche e associazioni di Carmagnola, possiamo trovare “alcuni” segnali del contributo che la nostra città ha dato all’Expo 2015.

DSC_3266Il 4 maggio, infatti, al padiglione Italia è stato esposto il progetto multimediale “Pepe & Porry alla scoperta di Ambientiamoci“, realizzato dall’Agraria dell’Istituto Baldessano-Roccati con la collaborazione dell’istituto comprensivo Carmagnola I. Il progetto digitale presenta le produzioni caratteristiche carmagnolesi, affiancando l’importante tema dell’educazione alimentare.
Nel mese di maggio, inoltre, molte classi delle scuole medie e superiori hanno visitato l’Expo; per l’occasione abbiamo domandato ad una studentessa dell’istituto dell’Agraria quali stand l’abbiano maggiormente impressionata. Dopo aver riflettuto un attimo, la risposta è stata: “Quelli dell’Austria, dell’Ecuador e del Brasile. Anche se ogni padiglione ha una particolarità che lo rende interessante”.

Presentiamo quindi la descrizione di questi tre stand, anche grazie alle informazioni forniteci dalla ragazza

Il padiglione dell’Austria ospita uno spazio ideato da Klaus K. Lohenhart in cui, in modo realistico e suggestivo, è riprodotta una foresta austriaca che fornisce 62, 5 kg di ossigeno fresco ogni ora. Ai visitatori è data inoltre la possibilità di osservare i particolari di questo polmone verde con l’ausilio di binocoli.

Il tema dello stand dell’Ecuador, Viaggio al Centro della
vita, ricorda la posizione centrale del paese nel Pianeta, richiamando anche il viaggio che Darwin compì alle Galapagos, definendole Centro della creazione. Il percorso all’interno del padiglione si articola in quattro tappe in cui un’attenzione particolare è posta ai prodotti rappresentativi della gastronomia ecuadoregna. Si punta molto anche sull’aspetto visivo e olfattivo: banane, cioccolato e cocco sono racchiusi in piccole teche piramidali, su cui è proiettata la crescita e la storia del prodotto con la possibilità, ai lati, di annusarne il contenuto.

Il Brasile all’Expo intende mostrare al mondo le attività di ricerca e i modelli di coltivazione dei suoi prodotti, il cui miglioramento è da ascriversi all’adattamento alle caratteristiche territoriali e climatiche. L’attrattiva principale del padiglione è rappresentata dal percorso di reti metalliche che unisce i tre piani e da cui si possono scorgere gli orti sottostanti.

Hanno grosse ruote colorate le speciali biciclette in uso nello spazio Kinder Sport Ferrero a Expo 2015; sono una elaborazione della ditta carmagnolese Elettro Tech che stanno incontrando un grande successo specie dal pubblico più giovane. I carmagnolesi certo ricordano il Natale 2011 quando Ivan Ronchietto in collaborazione con alcuni amici installò in piazza sant’Agostino una serie di biciclette collegate con appositi meccanismi che consentivano la produzione e l’erogazione dell’energia per illuminare il grande albero di Natale. Le biciclette di Ronchietto hanno fatto strada, sono state installate in manifestazioni diverse da Roma a Venezia e in altre località su e giù per lo stivale per approdare, opportunamente elaborate, all’esposizione milanese. Le biciclette fanno parte di un percorso dinamico studiato per stimolare le competenze motorie dei bambini ; pedalando si accedono luci e si diffonde la musica: curiosità, interesse ed entusiasmo sono assicurati.

Giovanna Tesio – Maresita Branndino

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone