Egregio Direttore,

la lungimiranza dei nostri amministratori locali si misura nel tempo.Vedremo infatti se la trasformazione del commercio al dettaglio con i centri commerciali porterà benefici generali in termini di qualità di vita di tutta la comunità, se porterà le opere infrastrutturali per la mobilità attese da decenni (la famosissima asta di collegamento Nord Sud in fase di realizzazione), se migliorerà in termini occupazionali diretti e non le persone che ci vivono. Mi permettano questi amministratori di dubitare fortemente dei risultati; da cittadino sono contento della varietà di offerta che prima non c’era, però, vedere che in un momento così critico per tutti le opere autorizzate ed in corso stiano diventando “constatazione di slogan”, mi lascia perplesso. Nelle conferenze stampa del teleriscaldamento erano indicati 14 chilometri di opere e vedendone la realizzazione mi sono domandato, ad esempio, se quegli scavi non potevano servire anche ad altro senza spese per l’amministrazione. A Carmagnola molte frazioni non sono servite dalla banda larga se non tramite reti wi fi di prestazioni minime, alcune frazioni sono servite a distanze quasi incompatibili dalla centrale di V. Alberti e per avere la linea fissa in alcune abitazioni private nei nuovi insediamenti di Via Susa sono richiesti 6 mesi di attesa. Nei 14 chilometri di scavi in corso pensare di informare gli operatori telefonici o predisporre tubazioni pronte per le nuove tecnologie era lungimirante o bisogna affidarsi a provincia/regione/stato?A proposito, come dobbiamo ritenere la temporaneità dei disagi e il veloce ripristino del manto stradale dopo gli scavi del teleriscaldamento? So che lo sviluppo delle infrastrutture genera sviluppo di impresa e lo sviluppo di impresa, forse, anche occupazione; sogno una Carmagnola con delle discrete connessioni e aziende che rioccupano il territorio per le infrastrutture presenti (tralascio le multinazionali che hanno altre possibilità tecniche ed economiche). Invece vedo sviluppo di cemento o strutture abbandonate e mi spiace constatare che continuiamo a lamentarci di scarsità di risorse economiche per gli investimenti senza saturare e controllare quelle presenti e in corso di realizzazione.

Lettera frmata

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone